Rivista universale: pubblicazione periodica

Portada
 

Comentarios de la gente - Escribir un comentario

No encontramos ning˙n comentario en los lugares habituales.

Pßginas seleccionadas

Contenido

Otras ediciones - Ver todas

TÚrminos y frases comunes

Pasajes populares

Pßgina 503 - Ciel per padre eletto: La quale, e il quale (a voler dir lo vero) Fur stabiliti per lo loco santo, U' siede il successor del maggior Piero.
Pßgina 163 - Ossequioso alla religione dei nostri maggiori, che Ŕ pur quella della massima parte degli italiani, io rendo omaggio in pari tempo al principio di libertÓ che informa le nostre istituzioni, e che, applicato con sinceritÓ e con larghezza, gioverÓ a rimuovere le cagioni delle vecchie differenze fra la Chiesa e lo Stato. Questi nostri...
Pßgina 330 - Era giÓ l'ora che volge il disio ai naviganti e intenerisce il core lo di c'han detto ai dolci amici addio; e che lo novo peregrin d'amore punge, se ode squilla di lontano che paia il giorno pianger che si more, quand'io incominciai a render vano l'udire ea mirare una dell'alme surta che l'ascoltar chiedea con mano.
Pßgina 163 - Governo italiano, mante nendo gli impegni presi, ha rispettato e rispetterÓ il territorio pontificio. La buona intelligenza coll'Imperatore dei Francesi, al quale ci legano vincoli d'amicizia e di gratitudine, la temperanza dei romani, la sapienza del Pontefice, il sentimento religioso ed il retto giudizio del popolo italiano, aiuteranno a distinguere e conciliare gli interessi cattolici e le aspirazioni nazionali che si confondono e si agitano in Roma.
Pßgina 241 - In la sua volontade Ŕ nostra pace : Ella Ŕ quel mare, al qual tutto si muove Ci˛, ch' ella cria, e che natura face. Chiaro mi fu allor, com' ogni dove In Cielo Ŕ Paradiso, etsi, la grazia Del sommo Ben d
Pßgina 263 - ... ancora un morto pi¨ simile al morto, di quello. Quivi Ŕ dolcissima aria di testa, ed una concordanza nelle appiccature e congiunture delle braccia, e in quelle del corpo e delle gambe, i polsi e le vene lavorate, che in vero si maraviglia lo stupore, che mano...
Pßgina 163 - Il Governo francese, fedele agli obblighi assunti colla Convenzione di settembre 1864, ha giÓ ritirato le sue milizie da Roma. Dal canto suo il Governo italiano, mantenendo gli impegni presi, ha rispettato e rispetterÓ il territorio pontificio. La buona intelligenza dell'Imperatore dei francesi, al quale ci legano vincoli d'amicizia e di gratitudine, la...
Pßgina 87 - ... confermarsi e di numero e di autoritÓ d'uomini, che a volerla batter per forza era quasi impossibile, e certo pericolosissimo, giudic˛ si dovesse procedere con una certa destrezza, e non col gridare Abbrucia, Ammazza, che ad ogni modo non si potea fare: per˛ e' gli aveva ascoltati sempre che glien'erano capitati alle mani, e con parole amorevoli e buone ragioni s'era sforzato di ridurli, di certe cose di minor importanza tacendo, in certe altre riprendendoli gravemente, e con quest'arte aveva...
Pßgina 46 - Questa maniera fu trovata dai Goti, 2 che per aver minate le fabbriche antiche, e morti gli architetti per le guerre, fecero dopo coloro che rimasero, le fabbriche di questa maniera ; le quali girarono le volte con quarti acuti, e riempierono tutta Italia di questa maledizione di fabbriche, che per non averne a far pi¨ s
Pßgina 163 - ... interessi cattolici e le aspirazioni nazionali che si confondono e si agitano in Roma. Ossequioso alla religione dei nostri maggiori, che Ŕ pure quella della massima parte degli italiani, io rendo omaggio in pari tempo al principio di libertÓ che...

Informaciˇn bibliogrßfica